Ci siamo trasferiti su
WWW.VESUVIOINLOTTA.ORG

____________________________________

Diretta corteo in streaming su WebTV: http://www.livestream.com/vesuvioinlotta




"Una diossina intellettuale sta decretando il Declino e la Caduta dell'Impero dell'Essere Umano...
e se non avessi qualche speranza lascerei perdere." F. Battiato
_____________

.........................................................
Invitiamo i singoli, le associazioni, i centri sociali ad aderire all'appello per la costruzione di appuntamenti di mobilitazione e sensibilizzazione su tutto il territorio comprensoriale.

Contro discariche ed inceneritori. Per il Trattamento Meccanico Biologico (MBT): trattamento a freddo dei rifiuti. Per le dimissioni immediate del presidente dell’Ente Parco Vesuvio e di tutti i sindaci colpevoli dell’ecocidio in atto. Per una stagione dell’autogoverno collettivo. Per un nuovo piano rifiuti deciso dalle comunità locali autorganizzate. Per l’avvio reale della raccolta differenziata porta a porta. Per il salario garantito a precari e disoccupati che qui vivono disperano muoiono. Per Riciclo, Riuso e Compostaggio. Per un piano straordinario di bonifica delle aree inquinate. Contro il capitalismo della catastrofe.


Movimento Difesa del Territorio Area Vesuviana

Collettivo Area Vesuviana

_____________________________________












venerdì 9 aprile 2010

Comunicato 8 aprile 2010

LA NOSTRA PROTESTA HA SUPERATO
IL BLOCCO DELLE FORZE DELL'ORDINE
RAGGIUNGENDO LA DISCARICA DI TERZIGNO




Giovedì 8 Aprile il Movimento Civico Comuni Vesuviani ha indetto un corteo con concentramento a Piazza Matteotti, Boscotrecase.
Circa mille persone hanno chiesto con determinazione la bonifica delle aree inquinate, la chiusura immediata della discarica ex SARI, la non apertura della nuova discarica Cava Vitiello e un piano rifiuti concordato con le comunità in Lotta che vada verso RIFIUTI ZERO.

A Corso Umberto I si sono registrati alcuni attimi di tensione quando, giunti nei pressi dell’abitazione del sindaco di Boscotrecase (che non ha preso parte al corteo), i manifestanti hanno chiesto a gran voce le dimissioni di tutti gli amministratori locali dei territori vesuviani, complici dell’avvelenamento di queste terre.
Durante il corteo molti cittadini si sono uniti alla gente che avanzava verso la discarica.
Giunti alla rotonda di via Panoramica i manifestanti hanno trovato la polizia intenzionata a fermarli, ma sono comunque riusciti, dopo una breve contrattazione coi dirigenti delle forze dell’ordine, a proseguire fino all’ingresso di via Nespole della Monica dove la celere, schierata in assetto antisommossa, era pronta a difendere il tal quale campano custodito all’interno della discarica ex SARI.Nonostante la presenza massiccia di forze dell’ordine, una delegazione di manifestanti e giornalisti è comunque riuscita a raggiungere la discarica piazzando simbolicamente delle bandiere sulla ex SARI come primo passo verso la riconquista dei territori.



Le popolazioni unite hanno dimostrato di essere ancora in grado, nonostante il processo di militarizzazione e repressione messo in campo in maniera prepotente dal potere statale, di circolare all’interno dei proprio territori. La forza delle genti scese in piazza nelle ultime settimane ha permesso al Movimento di chiedere e ottenere un incontro con il prefetto. La nostra Lotta però non si fermerà a questo. Il prossimo obiettivo è un incontro con il ministro dell’ambiente che dovrà ascoltare le richieste delle Comunità in Lotta contro il disastro ambientale.


Erano con noi in strada a far fronte comune contro l'ecocidio gli uomini e le donne di Giugliano, Chiaiano, Marano .

UNISCITI ALLA LOTTA!

5 commenti:

Alessandro ha detto...

Ciao ragazzi, sono Alessandro Genovese, ieri ho fatto le foto alla manifestazione, sono state pubblicate su "lo strillone" di Torre Annunziata, le trovate al seguente link: http://www.lostrillone.tv/vedifotogallery.asp?idfotogallery=27&titolo=Manifestazione%20contro%20discarica%20Terzigno se ne avete bisogno usatele pure! (Mi raccomando di citarmi però :p) Ci vediamo alla prossima manifestazione! Tenete duro!

Anonimo ha detto...

andiamo avanti così

Anonimo ha detto...

ma la gente di Terzigno dove cxxx è finita?aspettano il ballottaggio o i famosi posti di lavoro che la discarica dovrebbe creare?I che munnezz

valentina ha detto...

Bravo anonimo concordo pienamente con te.... anche io da un bel po mi chiedo ma la gente di Terzigno che fine hanno fatto??? Ma che aspettano che aprono la cava vitiello cosi la puzza invadera' anche loro,e poi........sara' tardi x scendere in piazza!!!!

Terzignese anomala ha detto...

Ciao! è inutile che si continui con queste recriminazioni, terzigno come bosco e il resto delle citta campane (e italiane)è caratterizzata da persone molto diverse tra loro, la maggioranza delle persone che ci sono ora nel movimento forse tra un anno non vorranno più lottare, forse si stancheranno, forse avranno poche energie, si scoraggeranno e faranno come i terzignesi due anni fa che, dopo il presidio per evitare l'impianto della discarica, una parte si è rassegnata, l'altra e a questo punto, la maggioranza, si è attorniata al primo cittadino che ha consegnato le chiavi della discarica direttamente a chi diceva che l'emergenza rifiuti in Campania era finita!Quindi non perdetevi d'animo nella lotta, cerchiamo di essere omogenei senza isterismi!Saluti